IL SANTUARIO CHE TOGLIE IL FIATO

28 agosto 2021 -  € 85

Nella prima Capitale del Regno d’Italia, riscopriamo uno dei piaceri più apprezzati al mondo: il caffè.
A casa Lavazza, un percorso multisensoriale che ripercorre la storia dell’azienda e del caffè


• chiamaci> clicca qui
• scrivici> info@lemarmotte.it
• iscriviti alla newsletter> clicca qui
• seguici su


H 07:30 circa ritrovo dei Sigg.ri Partecipanti, sistemazione sul pullman GT e partenza verso il Veneto.
H 10.30 arrivo a Spiazzi di Carpino Veronese.
Con il bus navetta si raggiunge il bellissimo Santuario della Madonna della Corona che sorge aggrappato sulla roccia, a 774 metri sul mare, a strapiombo sulla valle dell’Adige, uno dei più caratteristici, sia per l’originalità del paesaggio che lo circonda, sia per la sua storia. Il santuario della Madonna della Corona trae la sua fama da un evento inspiegabile: il trasferimento miracoloso di una statua della Pietà dall’isola di Rodi alle pendici orientali del Monte Baldo. Questa leggenda prese piede con molta probabilità nella prima metà del XVII secolo per opera di un frate cappuccino, fra Patrizio da Venezia, e ancora oggi è assai radicata nella fede e nella tradizione locale. Tra le rocce scoscese del Monte Baldo, secondo la leggenda appunto, furono visti nella notte dei fuochi prodigiosi dagli abitanti delle alture oltre il fiume Adige.
Il Santuario è tutto scavato nella viva roccia: due pareti, quella sinistra e l'abside, sono costituite dalla roccia stessa. All'interno sono custodite 160 tavolette ex-voto e il celebre affresco della Madre di Dio risalente al secolo XIV. La statua della Madonna che si venera alla Corona è un gruppo marmoreo, alto 70 cm., di pietra, dipinta: la Vergine Addolorata sorregge e contempla il Cristo morto, deposto dalla Croce.
H 12.30 pranzo in ristorante. Nel primo pomeriggio partenza verso il Lago di Garda. Prima tappa BARDOLINO.
Dire Bardolino significa evocare uno dei vini più rinomati e venduti al mondo. E’ difficile scindere questo piccolo borgo di origine romana dal vino Bardolino e dall'olio del Garda.
H 14.30 incontro con la guida e visita di due degli edifici religiosi tra i più suggestivi dell’intero lago: la chiesetta di San Zeno, rarissimo esempio di epoca carolingia che oltre alla struttura architettonica conserva lacerti di affreschi e la straordinaria chiesa di San Severo con testimonianze carolingie ma soprattutto romaniche. Durante la visita guidata scoprirete inoltre le testimonianze dell’antica cinta muraria qua e là riconoscibile negli edifici di oggi, le due porte difensive ed alcune torri che ricordano anche qui come a Lazise, Sirmione e Malcesine, la dominazione scaligera. Sempre in compagnia della guida, la visita prosegue a LAZISE. L’itinerario si snoda nel centro storico alla scoperta delle tre Porte della cittadina (Porta San Zeno, Porta Cansignorio e Porta del Lion) e del Porto sul quale si affacciano i due edifici simbolo: la chiesetta di San Nicolò con suggestivi affreschi di scuola giottesca e la Dogana veneta, citata una prima volta nel 1329, successivamente utilizzata come darsena dagli Scaligeri e dogana sotto la Serenissima, quando Lazise divenne importante centro commerciale. Anche a Lazise è possibile ammirare un castello scaligero, gemello di quello di Sirmione, che faceva parte del sistema difensivo a forti distaccati concepito astutamente dai signori di Verona per fronteggiare i nemici. Al termine delle visite, sistemazione sul bus e partenza per il viaggio di rientro.

Sabato 28 agosto 2021 

Quota di partecipazione € 85 (massimo 35 persone)

QUOTA ISCRIZIONE € 5

LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman GT – Navetta A/R per il Santuario – Pranzo in ristorante, bevande incluse – Visita guidata di Bardolino e Lazise – Accompagnatore LeMarmotte – Auricolari - Assicurazione medico/bagaglio.

LA QUOTA NON COMPRENDE: Ingressi non indicati, mance, extra di carattere personale e tutto quanto non espressamente indicato ne “la quota comprende”. 

NOTE: La tutela dei clienti è la nostra priorità. Pertanto i programmi saranno effettuati rispettando le normative distanziamento in essere al momento dell’effettuazione del viaggio. Eventuali variazioni di programma e/o di quote dovute al loro rispetto, verranno prontamente comunicate a ciascun iscritto. IN caso di disposizioni governative che vietassero lo svolgimento dei viaggi gli importi versati saranno restituiti ai clienti senza l’emissione di voucher.

 

scarica PDF       chiedi info

 

 

condividi su: