IL LAGO D'ORTA E GIANNI RODARI

Sabato 5 settembre  - € 75

Il Lago d' Orta anticamente noto come Lago di San Giulio è incastonato nelle Alpi Occidentali. Meta privilegiata di scrittori e poeti il piccolo Lago d' Orta è di una bellezza struggente e sulle sue rive si respira una atmosfera da tardo ottocento, come se il tempo si fosse fermato. 

Ore 08.00 ritrovo dei Sigg.ri Partecipanti, sistemazione sul bus e partenza verso il Lago d’Orta.
Ore 09.00 arrivo a Orta (parcheggio bus) sistemazione sul simpatico trenino/navetta che ci porterà alla scoperta del Sacro Monte (patrimonio dell'umanità dell'UNESCO) posto a circa 400 metri d’altitudine in magnifica posizione panoramica. Al suo interno sono state costruite venti cappelle affrescate, in cui 375 statue in terracotta di grandezza naturale illustrano la vita di San Francesco d’Assisi.
Terminata la visita faremo una passeggiata a piedi (massimo 20 minuti) fino al centro del paese di Orta, dove si trova Piazza Motta, cuore pulsante della vita del borgo, sulla quale si affaccia il Broletto o Palazzo della Comunità, dal quale nel medioevo veniva esercitato il potere su queste terre.
Sulla strada si affacciano alcuni palazzi storici, tra cui Palazzo Gemelli e Palazzo Ubertini Penotti.
Sul lato opposto di Piazza Motta invece, saremo rapiti dalla meravigliosa cornice che si apre sul lago. Un piccolo pontile e, poco oltre (circa 400 metri dalla riva), ecco pararsi di fronte alla vista quel piccolo gioiello che è l’Isola di San Giulio.
Imbarco e traversata verso l’isolotto al centro del lago: la piccola isola sembra fluttuare sul bordo dell’acqua ed è dominata dall’edificio dell’ex seminario che oggi ospita il Monastero Mater Ecclesiae delle suore benedettine di clausura.
“Sull’isola si ambienta la novella scritta da Gianni Rodari “C’era due volte il Barone Lamberto”: il decrepito e ricchissimo barone Lamberto vive in una villa sull'isola di San Giulio con il maggiordomo Anselmo e sei persone il cui lavoro è ripetere sempre in continuazione a turno il nome del barone in un microfono….”
Una volta arrivati sull'isola, visiteremo la suggestiva Basilica costruita nel XII secolo. La chiesa e il suo campanile romanico regalano una vista unica, all'interno si può vedere l'organo a canne Mascioni e molti affreschi.
Al termine delle visite ci imbarcheremo per ritornare a Orta.
Ore 13.00 Pranzo in ristorante.
Nel pomeriggio tempo a disposizione per godersi le bellezze di questo piccolo “gioiello” il cui centro storico si snoda tra stradine di pietra che arrivano a lambire l’acqua.
Nel tardo pomeriggio riprenderemo il trenino/navetta per ritornare al parcheggio dei pullman. Sistemazione sul bus e partenza per il viaggio di rientro.

Sabato 5 settembre  2020 

Quota di partecipazione € 75

QUOTA ISCRIZIONE € 5

LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in bus – Trenino/navetta – Mattinata con guida per visite come da programma – Battello per l’isola di San Giulio – Pranzo in ristorante (bevande incluse) – Assicurazione

LA QUOTA NON COMPRENDE:extra di carattere personale e tutto quanto non espressamente indicato ne “la quota comprende”

NOTE: La gita verrà realizzata con minimo 40 partecipanti    

Documento Richiesto: CARTA D'IDENTITA' 

 

 

scarica PDF       chiedi info

 

condividi su: